10 posti dove mangiare bene a Milano senza spendere molto

Mi speri che se offendera nissun /
se parlom un cicin anca de num

(O mia bela Madunina)

Parliamo un cicinin di noi, dunque. Noi chi? ma noi milanesi naturalmente, ovvero noi terroni che viviamo a Milano e ci sentiamo tutti un po’ cummenda.

Esistono solo due tipi di meridionali a Milano: quelli che fuggono a gambe levate e quelli che dopo due settimane già dicono “Testina!“, io sono una fiera rappresentante del secondo tipo. In fondo non è così difficile atteggiarsi a meneghina doc perché in questa città i milanesi sono una sparuta minoranza, dunque l’identità locale è molto debole e si costruisce nel tempo con il contributo di tutti. Una specie di insalata di rinforzo culturale.

Sono davvero poche le nozioni che un aspirante milanese deve imparare prima di essere completamente integrato: starsene a destra sulle scale mobili (e, più in generale, non intralciare MAI il passo a nessuno), chiedere il ristretto se si vuole un caffè normale e non appoggiarsi alle macchine parcheggiate. Una volta acquisito questo sei milanese, anche se saluti la gente dicendo “Statt’ buon” o ti presenti in ufficio a dicembre con la stufetta elettrica.

Ma c’è una cosa che distingue sempre un milanese vero (nato a Milano) da uno importato: al ristorante il primo guarda la colonna delle pietanze, il secondo quella dei prezzi. Non è una questione economica, è proprio un vizio.
Il meridionale, anche se non ha problemi economici, ha una paura atavica della povertà o comunque è stato educato a fare attenzione alle piccole spese (magari dilapida tutto in una festa di matrimonio, ma è l’altra faccia della medaglia), il milanese invece non vuole mai passare per pezzente, meglio avere un infarto alla cassa che l’umiliazione di chiedere “Quanto costa? “.

Per tutti voi, terroni che volete mangiare bene e spendere poco, e voi, milanesi che non ve ne frega niente e state leggendo solo “per curiosità”, ecco una lista di 10 posti dove mangiare bene e spendere poco a Milano.

  1. A’ Puteca della Stazione Centrale, gli sfizi di Rossopomodoro. Pietanze di tradizione napoletana (focacce, pizze a portafoglio, frittatine..) da consumare al volo in attesa del treno. Uno dei pochi posti a Milano dove si può gustare dell’ottima provola. Il costo di ciascun piatto non supera i 5€.
  2. Pizza Mundial a Lambrate. Alcuni dicono la miglior pizza al taglio di Milano, e probabilmente hanno ragione. E’ particolarmente economico e ogni due pizze ti danno una bibita in omaggio.
  3. Ravioleria Sarpi. Ottimi ravioli cinesi da gustare in piedi durante lo struscio serale in via Paolo Sarpi, una porzione costa solo 3,50€. Unica pecca: chiude alle 22:00. Aò testine! non siam mica in Trentino qui.
  4. Anatolia Kebab. Qui il Kebab è fatto con amore e dedizione. Ottimi gli ingredienti e deliziosa la piadina. Molto buoni anche i dolci in particolare i Baklava.
  5. Non solo Brace. di solito la carne costa e quando non costa è scadente, ma ci sono delle eccezioni. Non solo brace è un locale con tavolini all’aperto che si trova all’uscita del centro commerciale Carosello di Carugate. La carne è buonissima e i prezzi contenuti (Si parte da 7€) speciali le costolette d’agnello.
  6. Sushi all’Osteria Tsuru. Dall’aspetto sembra una trattoria milanese ma è un ottimo ristorante giapponese. A pranzo è possibile gustare menù completi a partire da 8€
  7. Ristorante Ikea. C’è chi va all’Ikea solo per consumare un discreto pasto a poco prezzo (un piatto di pasta al pomodoro costa soli 2,50€) e poi svaligiare la bottega Svedese portandosi via quintali di dolcetti svedesi di marzapane.
  8. Ostello bello (piccolo) in via Torino. All’Ostello bello di via Torino hanno una cuoca fantastica, ogni giorno a pranzo ci sorprende con un piatto diverso. Il costo è quello medio da pausa pranzo milanese ma la qualità è nettamente superiore. (Ottime anche le torte che però non sono economicissime).
  9. Griso. Pizzeria al trancio a gestione familiare in zona Maciachini. Ottima alternativa al solito Spontini che noi milanesi amiamo da sempre. Almeno da Griso si mangia seduti.
  10. Mimì Gourmet. Ultimo ma non ultimo il chiosco Mimì Gourmet, in piazzale Baiamonti. Specialità fritture: panzarotti, gnocco fritto e, sua maestà, la frittura di pesce a soli 6,90€.

Bonus: Pop Dog è un Apecar dai colori sgargianti in cui fanno degli ottimi Hot Dog farciti. L’ideatore si definisce uno street chef ed è bellissimo oltre che molto bravo, vederlo all’opera è un piacere per gli occhi prima che per il palato. Dove trovarlo? Non lo so, si sposta sempre, se avete la fortuna di incontrarlo non lasciatevelo scappare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *