Eravamo molto felici

Eravamo molto felici, Caterina e io, in quel periodo.
Il periodo era la metà degli anni 90, Caterina aveva appena perso la verginità con un vecchio lupo di mare incontrato in una bettola di Livorno.
“O signorina, la mi lasci fare i miei comodi” aveva detto costui “sono marinaio ed ex carcerato. La mi piacerebbe di molto riassaggiare la patonza”.
E Caterina, generosa come sempre, aveva lasciato fare.

Temprata e maturata da quell’esperienza, il mese dopo eravamo ufficialmente fidanzati, io un tenero cinquantenne e lei una slurpantissima diciottenne.

Ma il destino era in agguato, cinico e baro come sa essere verso un aristocratico, quale è il sottoscritto.
Mia madre, la contessa Salamandra Trojoni, volle che sposassi Eulalia, in forza di un patto tra nobili casate.
Eulalia non mi piaceva, puzzava davanti, di dietro e di bocca. Una fogna.
Però, la mia famiglia mi aveva già perdonato la marachella combinata con Idebombo, il figlio che, come certamente ricorderete, concepii nell’estate del 1988 con una prostituta nigeriana, e non potevo ulteriormente tirare la corda, in termini dinastici.
Mio fratello Eusebio, pur omosessuale, secondo genito e futuro grillino, avrebbe potuto scalzarmi nelle graduatorie di accesso all’eredità.

La faccio breve, nell’annus horribilis 1997 sposai Eulalia, con nozze morganatiche.

Caterina, da quella gran signora che è, comprese e mi rimase accanto, pur in una posizione defilata e subendo sovente le maldicenze della nobiltà aristocratica.

Ma sono andato troppo avanti nel racconto della mia vita. Non era questo il mio scopo.
Volevo soltanto rimembrare quel breve periodo della vita in cui fui libero e felice con Caterina.

Naturalmente, quest’opera di rimembramento, per essere realmente efficace, deve essere svolta abbeverandosi costantemente della Grappa Franceschini, la grappa che corrobora e aiuta il riaffiorare dei felici ricordi.
Ricordate, amici lettori del Blog di Irene Iaccio, non tutte le grappe sono uguali, e un vero aristocratico beve soltanto Grappa Franceschini!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *