Galeazzo’s Ninja Warrior Sfida – Articolo nr. 15 (ne mancano ancora 16)

Mi chiama Antonella N., la carampana di San Giorgio a Cremano priva di scrupoli morali che noi del Blog di Irene Iaccio abbiamo ahinoi ormai imparato a conoscere. Ora è carica come una molla per essere stata nominata tesoriera dell’associazione “Pazzi e Pupazzi”, già assapora il suono dei soldi che dovrà amministrare con la tipica oculatezza partenopea e le cose che con essi potrà comprare.

Prima, però, deve completare il discorso di ringraziamento e all’uopo vuole farcene leggere ampi stralci. EccoVeli, cari amici del Blog di Irene Iaccio:

Stralcio nr. 1.
Oggi ho incontrato un creativo e ho tentato di spiegargli che probabilmente il mio idraulico non avrà una mente traboccante di caleidoscopiche idee, lampi di genialità emotiva e intuizioni fuori dagli schemi come le sue, ma a occhio e croce pure lui coltivava qualche ambizione il giorno in cui si è messo l’anima in pace e ha preferito cominciato a sturare cessi con suo padre anziché iscriversi allo IED. Sorbendosi peraltro l’infinita rottura di coglioni di vedersi declassato intellettualmente a bassa manovalanza da nobilitare con pasoliniana ipocrisia in uno spot ideato da una crew di creativi sottosviluppati, storditi dal fumo comprato da un tale dal nome impronunciabile dietro ai cessi della stazione. In soldoni, non è che si nasce geneticamente portati per maneggiare tubi filettati o scoparsi le casalinghe nelle barzellette della Settimana Enigmistica. (A.P.)

Stralcio nr. 2.
In Autostrade per l’Italia, che paghiamo cara(amara)mente rispetto ad altre autostrade in altri Stati, nelle stazioni di servizio non fanno la raccolta differenziata (anche se la cassiera di uno mi ha detto che c’erano i bidoni sul retro…invisibili o ho perso la vista per i soli bidoni) …chissà come funziona in quegli altri Stati e che opinione si fanno i turisti stranieri di quegli Stati delle autostrade per l’Italia. (F.L.)

Stralcio nr. 3.
Tanti Serpico o altri corruttibili che andranno ad ingrassare ancora di più lo stato-mafia, fino a uno stato di polizia? Io ricordo solo dei gran ruspe e dei soldi rubati e, niente, del sistema lega non mi fido. (F.L.)

Stralcio nr. 4.
Il Liuk al limone è buonissimo anche di sottomarca, unica eccezione quello a marchio Coop che fa schifo. (I.I)

Stralcio nr. 5.
Come far diventare una sana e innocentissima mezza flirtata tra colleghi di fresco un’ esperienza kafkiana e poco altro: alla terza o quarta mattinata di turno insieme reggo il suo sguardo quel secondo in più che dal mio punto di vista doveva leggersi “con te si conversa piacevolmente, sei pure belloccio, sta a vedere che da domani vengo a lavorare più volentieri”. Mi si agita l’uomo. Comincia a parlottare mezzo da solo e mezzo con me, racconta in cinque minuti tre quarti della sua storia triste, e culmina il delirio con “mia moglie non si merita questo”. Vado in bagno a riprovare lo sguardo, dico hai visto mai che in una settimana so’ diventata una gran maliarda. (C.C.)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *