Galeazzo’s Ninja Warrior Sfida – Articolo nr. 5 (ne mancano ancora 10)

Stavo finalmente mangiando la mia insalata di erbe di campo, gamberi di fiume e noci della California, quando notai un particolare che fino a quel momento mi era inspiegabilmente sfuggito: il cameriere, l’onesto lavoratore della terra agricola che aveva adempiuto al suo obbligo di servirmi il suddetto desco, aveva la testa a forma di mora.

Lo presi per un braccio e gli dissi, con voce tremante tra il commosso e timorato: figlio mio, non ho mai visto un cranio con una forma così perfettamente dolicocefala! Sei forse un discendente di Akhenaton, il mitico faraone di cui Ira Lesboschi e io abbiamo parlato nella prima puntata della Galeazzo’s Ninja Warrior Sfida?

Forse avevo scoperto un segreto che gli elohim non volevano fosse svelato, fatto sta che il cameriere-Akhenaton rispose in tono brusco “Aò e lasciame lavorà li mortacci tua! Prima co sta cazzo de insalata coi gamberi de fiume, adesso me stai a rompe li cojomberi con la forma della testa. Ma te ne voi annà?”

Non accetto che nessuno, nemmeno un figlio degli elohim, mi tratti così!

Allora immantinente organizzai una vendetta tanto subdola quanto spietata. Chiesi gentilmente scusa per il ritardo arrecato, pagai il conto e mi allontanai fischiettando dal locale …

Una volta a casa, però, la belva che abita il mio animo uscì dalla gabbia. Mi collegai a Internet, la famosa rete ad accesso pubblico che connette vari dispositivi o terminali in tutto il mondo, e più specificamente al sito Tripadvisor, che consente di recensire i ristoranti.
E questa è la recensione che ho scritto: “ottimo ristorante, se non fosse per il cameriere, scortese e poco pulito. Tiene le dita, unte e nere, all’interno dei piatti, è lentissimo, puzza e, dulcis in fundo, ha una testa a forma di mora che mi porta a dubitare della sua capacità intellettuale! Consiglio disinteressato ai proprietari del locale: licenziatelo e avrete molti più clienti!”.

E per oggi è tutto. Certo, non saprò mai l’origine della forma dolicocefala del cranio di quel ragazzo (Elohim? Akhenaton? Tribù Masai? Un’antica popolazione di cui si sono perse le tracce?), ma poco importa, la soddisfazione di averlo fatto licenziare compensa tutto.

Dal vostro inviato speciale sul pianeta Terra un caro saluto e un’ultima raccomandazione: tenete gli occhi ben aperti, perché un elohim potrebbe celarsi dappertutto, anche nelle forme di un cameriere di una tavola calda. Io vi ho avvertiti, poi se volete andare in giro con le fette di Culatello di Zibello sugli occhi, fate pure!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *