Galeazzo’s Ninja Warrior Sfida – Articolo nr. 7 (ne mancano ancora 8)

Cari amici del Blog di Irene Iaccio, gli ultimi giorni sono stati a dir poco pullulanti di eventi, ma lasciamoceli alle spalle almeno in questo articolo e torniamo a fare visita a una vecchia conoscenza, quella Antonella N. che abbiamo avuto modo di incontrare nelle seguenti occasioni:
* qui, allorquando si spacciò per la first lady del Premier giuseppe Conte;
* qui, allorquando il Blog rivelò che la santa donna deposita i soldini che guadagna con la sua attività di massaggiatrice lingam in un conto cifrato svizzero, di cui nemmeno il suo usbando è a conoscenza;
* qui, allorquando, per intimidire Galeazzo che intendeva scrivere un articolo sugli spaghetti conditi con la mitica salsa pomodoro-olive Händlmaier, spediva a casa del Nostro eroe un topo morto, ripieno di proiettili, appuntando sul povero topo un post-it con il messaggio “strunz, a salsa addavenì da Napule. Wiwa la salsa e Napule, Wiwa il M5S”;
* qui, allorquando veniva evocata in una serata tra amici e subito mandava a ramengo tale serata;
* qui, allorquando si scopriva che si nutriva di hamburger di scimmia.

Lo so, Antonella N. è un macilento rottame cui abbiamo dedicato già troppa attenzione, ma il suo usbando ci ha omaggiato di un ulteriore bonifico e allora eccoci qui, per l’ennesima intervista.

Blog: Come va?

Antonella: Male, la menopausa mi affligge, eppure ero convinta di avere ancora un centinaio di ovulazione a disposizione. Così mi aveva assicurato il mio ginecologo, il dott. Ing. Gianni Moscon.

Blog: Ah il noto ciclista italiano che corre per il Team Sky, professionista dal 2016, forte sul passo, sul pavé e in salita, espulso dal Tour de France per avere menato un collega.

Antonella: Sì, proprio lui, una persona squisita. La sua teoria è che l’utero femminile sia speculare a un cambio Shimano. Purtroppo è sempre in giro per le corse.

Blog: Senti, Antonella, però mi suona un po’ strano che tu sia in menopausa, visto che dici di avere 29 anni…

Antonella: Uè guagliò, poche confidenze! La mia è una menopausa isterica, di solidarietà alle donne del Burkina Faso.
A proposito, Vi ho mai raccontato di quella volta che ero andata a fare shopping a Milano, alla Rinascente, e le commesse mi diedero un panino con la mortadella?

Blog: No, e considerando che siamo ormai a 370 parole, a sole 30 parole dal raggiungimento dell’obiettivo di giornata, penso che puoi anche risparmiartelo.

E per oggi è tutto, cari amici del Blog di Irene Iaccio. Tenete sempre gli occhi ben aperti, praticate il sollevamento pesi e rispettate la natura. That’all, volks!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *