Il Governo Giuseppe Conte, il Governo del Popolo con la P maiuscola!

Prefazione di Irene Iaccio
E va bene, lo ammetto: cari amici del Blog, Vi abbiamo leggermente perculato facendoVi credere che Mattarella stesse per conferire l’incarico a Mariastella Gelmini, a Giulio Sapelli o ad Antonio Pinza.
Ora che i giuochi sono ormai fatti, possiamo raccontarVi la verità: l’incarico di Presidente del Consiglio dei Ministri andrà a Giuseppe Conte, amico personale e lettore del Blog.
Non posso pertanto permettere che la sua biografia venga scritta da persona diversa dalla sottoscritta, Irene Iaccio da Castel Volturno!

Articolo di Irene Iaccio (Galeazzo non c’entra niente)
L’amico Giuseppe Conte è pugliese e, come tutti i pugliesi, è fedele di Padre Pio, è laureato in giurisprudenza ed è emigrato al Nord … no, non temete, la sedicente avvocatessa dal naso a frullatore che tanti danni arrecò al Blog non c’entra, si tratta – come detto – di caratteristiche proprie di tutti i pugliesi.
Andiamo per ordine: Giuseppe nasce a Volturara Appula, in provincia di Foggia, l’8 agosto 1964.
A 8 anni consegue il master in Scuola dell’obbligo, a 24 perde la verginità. Caso vuole che la perda la stessa notte in cui – tutti lo ricorderete – Galeazzo concepisce Idebombo con una prostituta nigeriana. Ma a Giuseppe andò peggio, molto peggio, perché immolò la sua innocenza a una casalinga di San Giorgio a Cremano, poi trasferitasi a Grugliasco, che lo spolpò e lo ridusse a una larva umana.

Per rifarsi della tragica esperienza, Conte si gettò in uno studio matto e disperatissimo di cui però non resta traccia in diplomi o pubblicazioni, poi si dedicò al Movimento Stamina, al Movimento No Vax e infine al Movimento 5 Stelle. Del primo incontro con Di Maio non vi sono testimoni, se non, indirettamente, il racconto del farmacista di Pomigliano d’Arco, secondo cui Giggino gli avrebbe confidato che quella sera “si sarebbe chiavato senza preservativo o’ futuro presidente d’o Consiglio”.
Interrogato al proposito, Conte afferma di non ricordare e che comunque Parigi val bene una messa.

Nel frattempo, scrive alacremente 24 pagine di curriculum. Quando il capo politico del M5S gli chiede “Alla facc ro’ cazz, tutte queste cose hai fatto?”, Giuseppe risponde con un sorriso sincero e una solenne affermazione: “Sì, Giggino, è tutto vero, quanto è vero che il Sole gira attorno alla Terra e che i vaccini uccidono. Se non mi credi, prova a iniettarmi questo potentissimo farmaco omeopatico e vedrai che il mio corpo e il mio spirito sopporteranno tale moderna ordalia, perché sono nel giusto!”.
“Ti credo” rispose Di Maio “ora però vai a perfezionare i tuoi studi alla New York University, così nessuno potrà dirti niente”.

Stretta di mano massonica

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *