Polletto alla renziana

Mi chiama Irene. I modi usualmente sguaiati e arroganti hanno lasciato il posto a una donna nuova, matura e meneghina. Me ne compiaccio. “Uei Galeasso, torna a scrivere per il blog o ti sego una gamba. Capisco i tuoi impegni, sono anche io un’avida lettrice delle avventure dell’Ispettore MacStronz ma trova il tempo di scrivere un pezzullo per noi! Sono disperata, ormai del blog si è impossessata quella pazza pugliese, che tra l’altro ho saputo che alle primarie ha votato per Emiliano in cambio di una partita di cozze pelose…”.

E allora eccomi di nuovo a Voi, amici cari del Blog di Irene Iaccio, e mentirei a me stesso se non ammettessi che mi siete mancati, come l’acqua al deserto, come pioggia d’agosto, come il mare d’inverno.

Ma non perdiamoci in uno sterile sentimentalismo e procediamo con passo renziano verso la salutare ricetta del giorno.

Ingredienti: pollo (petto di), del contadino di fiducia o biologico – cipollotti – peperone verde, varietà friggitello se possibile – olio extravergine di oliva, Oliven Oil come diciamo noi del Nord Italia – polvere di curry – sale iposodico iodato.

La ricetta è assai facile e gustosa. Tagliate a listelli il pollo, circa 200 grammi a persona, e mettetelo in una padella antiaderente idonea per le piastre a induzione, aggiungete una cornucopia di cipollotti, almeno 4-5 a persona, e un peperone a testa, due cucchiai d’olio, un cucchiaino di the di polvere di curry e un pizzico di sale.

Io nemmeno li taglio, i cipollotti e i peperoni, perché me li pappo tutti interi tra un boccone di pollo e un sorso d’acqua fresca … sluerp.

Cuocete a fuoco medio-basso per 40 minuti e comunque fino a cottura completa del pollo.

Buon appetito, e mi raccomando Votate PD. Siamo l’Italia migliore di sempre.

20170505_220345[1] 20170505_220400[1] 20170505_222745[1]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *