Il taccuino del Randi. 27esima puntata della February Zen Warrior Monk Fight

Come ben sapete, cari amici lettori del Blog, io – a differenza di Irene Iaccio, Margherita Cagol, l’avvocato Caroli, Giacomo Pasini, praticamente ogni subumano che abbia scritto sul Blog – non sono amministratore della Pagina Facebook, bensì un umile Editor, l’equivalente del lavoratore della terra agricola che ogni anno riceve i semi di grano dal padrone, li semina, li coltiva, fa il raccolto e poi lo consegna integralmente al capitalista, per ricominciare il ciclo l’anno dopo. In cambio, il padrone gli concede pochi metri di terra, che il nostro coltiverà a segale. Il grano, la farina bianca al padrone, la segale al povero coltivatore. Ma così facendo, il contadino, senza saperlo, fa una dieta migliore del laido padrone e lo sorpassa in potenza e salute.

Ma non divaghiamo! Io sono sì un umile Editor, ma sono anche un acher di notevoli capacità, grazie alle quali sono riuscito a “scolpire” alcuni pensieri dal taccuino del Randi, il noto serial killer dal cuore d’oro di cui più volte abbiamo parlato sul Blog.
Apriamolo di soppiatto, il suddetto taccuino, carpendone qualche pensiero prima che il Nostro si accorga della sua sparizione e torni a riprenderlo.

Appunto nr. 1: È una romantica illusione, causa di tanta infelicità (ma anche di tanta poesia), quella secondo cui un uomo ha un solo vero amore nella vita.

Appunto nr. 2: Per ripristinare il rapporto 4 a 1 tra lavoratori e anziani, considerato ottimale per l’economia, il nostro Paese, che non fa più figli, dovrà accogliere 120 milioni di migranti entro il 2050. A quel punto la popolazione sarà di 194 milioni, di cui il 79% immigrati e loro discendenti. Lo ha stabilito l’O.N.U. nel 2001, nel celeberrimo rapporto Manzotin. Questo significa che una intera civiltà sarà spazzata via. Salvini lo sa benissimo e fa la commedia per tenerci tranquilli…

Appunto nr. 3: Cazzo, che nervoso! La mia preda mi è sfuggita all’ultimo istante! Per fortuna qui accanto a me ho una coppa piena di lepidolite, ottima pietra per ricordare i sogni e assicurarsi un sonno ristoratore. Aiuta a dissipare negatività e a indurre calma, eccellente contro l’inquinamento elettromagnetico.

Appunto nr. 4: Avvisate Rita Ricci Agostini, temo di avere contratto l’AIDS da un graffio di gatto Maine Coon!!!

Appunto nr. 5: L’energia del vapore costituisce un esempio della generalizzazione secondo cui la maggioranza delle grandi innovazioni ha dietro di sé una lunga preistoria di consapevolezza concettuale – tramite l’evoluzione e la diffusione delle idee – seguita dalla sperimentazione in un contesto non commerciale, prima che il sapere formale e l’invenzione si traducano in innovazioni che vengono messe in opera, si diffondono e poi si evolvono con una dinamica propria in consti diversi.

One comment

  1. Il Randi passava
    il bigolo tagliava
    il bimbo moriva
    altro che taccuini e ip scolpiti, questi sono i versi che restano scolpiti nel cuore e nella memoria.
    Altro che suicidio assistito alla Cappato, qui siamo oltre, siamo all’omicidio assistito. Optime.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *