Tagliatelle carciofi e limone

Di solito il limone serve per ammorbidire i carciofi, o ossidarli, o togliere l’amaro, non ho mai capito bene, ma insomma è usanza italica mettere i carciofi in ammollo col limone prima di cucinarli; in questa ricetta invece il limone è un elemento principale. Vediamo cosa ci serve:

  • 4 carciofi (per due o tre persone)
  • 1 limone
  • la migliore panna UHT
  • tagliatelle all’uovo fresche
  • aglio, olio EVO, prezzemolo, sale

Siccome fare questo piatto è una stronzata ci soffermeremo in particolare sull’aspetto più difficile e determinate per la buona riuscita finale: tagliare i carciofi.

16522804_10212227941682146_1821157894_n

Per avere successo nel taglio dei carciofi il vero segreto è scendere a patti con il fatto che il 70-80% di quello che hai comprato dovrà essere buttato via. Noi abbiamo comprato quelli già tagliati, ma già tagliati un cazzo, in realtà c’è da buttare via comunque almeno il 50% di quello che ti hanno venduto.

 

Iniziamo a togliere le foglie fino a quando quelle che rimangono non sono morbide e sottili (e vagamente grinzose alla base).

 

16559172_10212227941402139_1747534027_n

Togliamo le punte, che sono dure. Io che ho comprato i carciofi già tagliati come vedete escludo ben 1/3 del carciofo. Figuriamoci voi se avete comprato i carciofi interi.

 

16558758_10212227941122132_87430897_n

Vabè, poi sì, ovviamente la merda attorno al gambo e tutto quello che non sia il cuore del gambo, per chi tiene i gambi (io no), devono andare via.

 

16521810_10212227941002129_155099562_n 16521706_10212227940842125_1395545743_n 16651662_10212227940482116_1909713229_n

Non è finita, potrebbe esserci ancora roba da togliere. Dopo aver tagliato il carciofo a metà, controllate che se le punte delle foglioline centrali pungono (nel mio caso sì), bene, allora via anche quelle come da foto.

 

16507526_10212227940322112_115491139_n

Ora che i carciofi sono puliti li tagliamo a fettine sottili due millimetri.

 

16522786_10212227939682096_849073465_n

Poi li buttiamo a macerare in acqua e limone. Io di solito li lascio così una giornata, probabilmente basta molto meno, ma non ho mai avuto voglia di approfondire. Possiamo spremerci mezzo limone, tre quarti o un limone intero; possiamo lasciare o no un mezzo limone nell’acqua a macerare coi carciofi: dipende da quanto vogliamo che poi sappia di limone il nostro piatto.

 

16558587_10212227938962078_1226358805_n

Mettiamo a soffriggere due spicchi d’aglio in qualunque contenitore possa poi contenere anche le tagliatelle e i carciofi: io ho usato un wok antiaderente.

 

16651786_10212227938642070_950772285_n

Mettiamo i carciofi a soffriggere.

 

16558562_10212227937682046_266096197_n

Aspettiamo che diventino così.

 

16651988_10212227937282036_593450482_n

Buttiamo dentro la padella il prezzemolo (non troppo), panna uht, e l’acqua in cui abbiamo tenuto i carciofi (non tutta eh), in modo da fare un pastone orrendo (ma buono) come quello che vedete in foto.

 

16558466_10212227937202034_1739202560_n

Buttiamo le tagliatelle fresche direttamente dentro al sugo, che dovrà essere sufficientemente liquido per farle bollire, ma non troppo perché alla fine le tagliatelle si devono bere tutto. L’ideale per i newbie è inserire un po’ di acqua alla volta e aspettare che sia assorbita. Salare pure un po’ alla volta e assaggiare di tanto in tanto. Notare che le tagliatelle non ci mettono 3 minuti come se le mettessimo nell’acqua bollente, ma un bel po’ di più (una decina di minuti dovrebbero bastare). Si può fare anche con le tagliatelle secche ma i tempi sono più lunghi ancora ovviamente.

 

16559411_10212227936962028_1226793708_n 16559199_10212227936602019_183055162_n 16522572_10212227936722022_1878612065_n

Fate attenzione al fatto che le tagliatelle sono state sostanzialmente cotte nel limone: la quantità di limone messo in acqua e la quantità di acqua e limone usata in cottura sono DETERMINANTI per dare al vostro piatto solo una vago sapore di limone oppure renderlo molto aspro. A voi la scelta.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *