Tofu soffice in salsa di soia e coriandolo fresco

il tofu
robert ryman bridge 1930

Ecco Il tofu di cui si parla quasi sempre in maniera sprezzante e erroneamente definendolo insipido e insapore: esso è in realtà il vero emblema dei tempi post-politici e ideologici che stiamo ahinoi attraversando, il passepartout neutro per una resistenza globale alle passioni irrazionali identitarie e gentiste che fanno della tradizione una bandiera da difendere o dall’altra parte del diverso da salvaguardare un vessillo per celare invero tutte le proprie insane frustrazioni e mancanze.

Il tofu si realizza attraverso un processo meticoloso che inizia dall’immersione in acqua a 32 gradi per 4 ore dei fagioli di soia, filtrato il liquido come ‘latte di soia’ viene successivamente portato in ebollizione e coagulato con nigari, passato poi in stampi per prendere la forma che conosciamo e che per questo lo fa soprannominare a noi occidentali ‘formaggio di soia’.

il tofu come espressione pura, come forma astratta perfetta, un cubo partenone lecorbuseriano di soia neutro concettuale e razionalista, monocromo bianco à la robert ryman, veri antitesi razionale ai tempi volgari, passionali e violenti che attraversano la vita collettiva e l’agire quotidiano ormai privi di ideologie forti cui aggrapparsi per sopravvivere, comunque, sempre faziosamente e miseramente.

Ma veniamo alla nostra ricetta per 4 persone, la più semplice e la più comune con cui si gusta il tofu in Asia, ecco cosa ci occorre:

600gr di tofu soffice

4 cucchiai di salsa di soia

1 bouquet di coriandolo fresco

4 cucchiai di olio di sesamo

pepe

prendere il blocco di tofu soffice (in commercio si può trovare in forma dura o soffice) e dividerlo delicatamente in 4  porzioni da distribuire solo in seguito al centro di ciascun piatto (il tofu soffice è delicato, per questo si consiglia di effettuare le porzioni prima), innaffiate ogni porzione con un cucchiaio di olio di sesamo e uno di salsa di soia distribuendoli su tutta la superficie, aggiungere il pepe, spargete il coriandolo fresco tagliato fino, servite con del pane ai cinque cereali grigliato. In alternativa al coriandolo si può usare erba cipollina fresca e prezzemolo. Il piatto si deve obbligatoriamente consumare fresco per gustarne appieno le sue raffinate e nascoste qualità.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *