Un Capodanno d’èlite

C’é un problema grosso di scarsissima affluenza al blog. Carenza di click. Pertanto faccio un post su Capodanno. Seguirà, spero, qualcosa di spiritoso sull’eterna querelle tra panettone e pandoro o canditi contro uvetta o su come studi clinici dimostrino quanto facciano bene alle arterie le tradizionali noci a fine pasto.
 Stanchi, stufi di agriturismi fuori mano e mal riscaldati? Ci sono delle alternative validissime, come le terme, dove gli hotel hanno ancora nomi altisonanti come President, Ritz o Astoria.
I predetti hotel sono gestiti da professionisti e non da gente improvvisata che a 45 anni ha deciso di ritirarsi in campagna e gestire alla carlona il b&b di charme.

Ecco quindi almeno 10 buone ragioni per passare il capodanno alle terme.

1) Il tempo é fermo al 77. Anche gli odori della cucina. Anche le coppie di ospiti tedeschi.

2) Se avete 50 anni vi sentirete giovani e moderni.

3) Se ne avete 35, praticamente dei liceali.

4) Fanno ancora il cenone con dentro al menù le seguenti opzioni ormai introvabili altrove:
–  Capriccio dello chef
– Risotto alle Erbe fini
– Aragosta in bella vista
–  Aspic di gamberi
–  Bistecca alla Maître d’hotel

La fettina la chiamano paillard,
Il brodino, consommé.

5) Se siete fortunati, il maitre somiglierà a Basil Fawlty.

6) In alcune località potrete passare il pomeriggio nel silenzio immersi in piscine calde mentre fuori fa freddo e tutti corrono a fare la spesa per il cenone.

7) Dormirete in comodissimi letti con riscaldamento a 30 gradi.

8) Ci sarà il gran galà dove vi mettete in lungo, ballerete il lento e farete il trenino.

9) Potrete osservare ottantenni italiani scapestrati, vestiti con la giacca a bottoni d’oro, che hanno gia fatto testamento a favore dei figli e trascorrono il capodanno illudendo fanciulle straniere 38enni con scollature abissali, lamé e tacchi vertiginosi.

10) Dopo il conto alla rovescia distribuiscono i Cotillons.

Insomma se avete una vita interiore, é il Capodanno ideale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *