Yogurt greco. Il segreto della terza filtrazione.

Nella precedente puntata avevamo accennato alla particolare compattezza che caratterizza lo yogurt greco.
Ebbene, cotale compattezza, cui corrisponde un elevatissimo tenore proteico (circa 9 grammi di proteine per 100 grammi di alimento), deriva dalla tecnica produttiva.
Non a caso lo yogurt greco è anche detto “colato“, perché il latte, dopo essere stato fermentato dai batteri specifici dello yogurt già visti nella prima puntata (i mitici Lactobacillus bulgaricus e Streptococcus thermophilus), viene filtrato più volte, in modo da aumentare la sostanza secca e migliorare il contenuto nutrizionale.

Ora, nello yogurt tradizionale le operazioni di filtrazione sono due, mentre nello yogurt greco sono tre. Potrebbe sembrare una differenza di poco conto, ma la terza, lentissima filtrazione è come un gatto attaccato ai coglioni che non molla la presa finché non ha estratto più liquido possibile. Pensate, amici cari, che alla fine del processo produttivo 4 litri di latte vengono “concentrati” in un chilo di yogurt “greco”!!! Olè olè olè olèèèèèèèèèè

E cosa c’è nel liquido che viene filtrato e buttato, si domanderanno i miei diffidenti e un po’ stronzi lettori?

Innanzitutto acqua, e poi quasi tutto il sodio e la parte di lattosio che i batteri non hanno fermentato. Sodio e lattosio, pussate via!

Ma c’è anche una cattiva notizia, tenetevi saldi: la filtrazione elimina il siero, che contiene proteine di eccellente valore biologico. In pratica rimangono soltanto le pur ottime caseine – proteina caratterizzata dall’ottimo profilo amminoacidico (molto migliore di quello delle boviniche bistecche furoreggiate da Irene Iaccio, che contengono molti meno aminoacidi ramificati) e dal graduale rilascio degli aminoacidi nel torrente ematico.

Insomma, i valori nutrizionali sono eccellenti.

Come detto, in soli 100 grammi sono contenuti più di 9 grammi di proteine (caseine) di elevatissimo valore biologico.

E i grassi? Per 100 grammi sono 5 grammi di nutrientissimi grassi, di cui 3,6 grammi sono saturi. Vi spaventano i grassi saturi? Suvvia, non fate i grillini, gli unici grassi che fanno veramente male sono i fetentissimi acidi trans, di cui però non posso dire oltre perché è il “ragazzo” di Irene, tale Andrea Righi, ad avere il monopolio sull’argomento trans … eh eh eh

E i carboidrati? praticamente non pervenuti: appena 3,8 grammi e, come detto, del tutto privi di lattosio.

Bene, è finita.

Con questo articolo mi accomiato da Voi, cari amici del Blog di Irene Iaccio.
La vita ha i suoi impegni, per me si tratta del carcere e della riduzione in povertà. Spero di poter fare qualcosa di buono del resto della mia vita.

In ogni caso, Vi saluto caramente.

One comment

  1. La caseina è dal 2000 che sappiamo che fa malissimo, ma purtroppo nessuno lo dice….. ci sono fior fiore di ricercatori e scienziati che lo dicono con motivazione scientifica, ma purtroppo sosteniamo la linea dell’ignoranza!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *